Riconoscere la capacità delle realtà impegnate nel volontariato in Lombardia e celebrare il valore di tutti coloro che, quotidianamente, alimentano questa attività. È l’obiettivo con cui nei giorni scorsi, a Milano, è stato consegnato all’Associazione Amici del Trapianto di fegato il premio “Mai Soli”, giunto quest’anno alla sua terza edizione.

A ritirare il riconoscimento, al termine della cerimonia all’Auditorium Giovanni Testori di Palazzo Lombardia, dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, e dal direttore generale dell’ASST, Maria Beatrice Stasi, sono stati il presidente Marco Bozzoli e la segretaria Tiziana Negri.

Come ha spiegato la dottoressa Stasi, “l’impegno dell’associazione assume un valore ancora maggiore visto che, questo premio, arriva in concomitanza con l’anniversario del primo trapianto di fegato effettuato su un adulto all’ospedale di Bergamo. Per questo ringraziamo tutti coloro che, da 15 anni, ci aiutano a offrire il meglio ai pazienti, anche in termini di umanizzazione delle cure”.

Un modo per celebrare e riconoscere l’importanza che i volontari hanno nella tutela dei più fragili.