Pronto l’esame ‘a basso costo’ che promette di aiutare nella diagnosi di migliaia di pazienti affetti da Epatite B bisognosi di cure tempestive ed efficaci in alcune zone più critiche dell’Africa.

Alcuni ricercatori, infatti, hanno recentemente sviluppato e messo a punto un’analisi in grado di poter ottenere una diagnosi immediata della patologia a carico del fegato.

Analisi il cui costo si aggira attorno ai 20 dollari rispetto ai 100-150 dei test attuali.

IN COSA CONSISTE IL TEST

Il test è suddiviso in due semplici analisi del sangue: una prima misurazione della presenza di antigeni (proteine prodotte dal virus) e una seconda misurazione degli enzimi epatici.

“Si tratta – spiegano gli studiosi – di una soluzione molto più accessibile dei metodi oggi esistenti (vedi la biopsia epatica o l’indagine sul DNA virale dell’Epatite B) che richiedono risorse e laboratori non sempre accessibili e disponibili nell’Africa sub-sahariana. Il nuovo test diagnostico – chiamato Treat-B – riesce ad identificare con una precisione pari all’85% i soggetti colpiti da HBV per i quali è necessario il trattamento terapeutico”.

La nuova analisi potrebbe essere migliorata ulteriormente così da trasformarsi in un test da dito del tutto simile a quelli usati nella ricerca dell’HIV, ottenendo quindi riscontri ancora più netti e rapidi.

Lo studio – pubblicato sul “Journal of Hepatology” – ha visto coinvolti in prima persona i ricercatori dell’Imperial College di Londra e dell’Unità del Consiglio di Ricerca Medica Gambia della London School of Hygiene & Tropical Medicine, in collaborazione con l’Istituto Pasteur di Parigi nonché altre istituzioni sanitarie europee ed africane.

 

(Fonte: ANSA)