Attivato il nuovo ambulatorio per le malattie del fegato e delle vie biliari al Policlinico Santa Maria delle Scotte (Siena).

Il servizio, coordinato dal professor Stefano Brillanti (nella foto sopra) dell’UOC Medicina Interna 1, diretta dal professor Ranucci Nuti, punta a grantire un approccio multidisciplinare alle malattie epatiche e delle vie biliari in modo da offrire, ad ogni paziente, una valutazione complessiva e puntuale, seguita poi da una presa in carico ai fini terapeutici.

“L’ambulatorio – spiega Brillanti – è mirato alla diagnosi e terapia di tutte le patologie del fegato e delle vie biliari, inclusi i tumori. E ciò grazie alla stretta collaborazione di altri specialisti, in particolare i radiologi con expertise nell’imaging del fegato, radiologi interventisti, endoscopisti, chirurghi, infettivologi ed oncologi. L’ambulatorio è altresì dedicato al protocollo per la valutazione del trapianto d’organo. L’accesso avviene mediante prenotazione al CUP e la richiesta del medico curante deve contenere l’indicazione di riferimento, ovvero ‘Visita epatologica’. Tra le principali patologie oggetto dell’intervento clinico, l’epatopatia alcolica, la steatosi, la steatoepatite, le malattie metaboliche comprese il Morbo di Wilson, l’emocromatosi, i tumori benigni e maligni del fegato, la cirrosi epatica e complicanze, la Sindrome di Budd-Chiari, le malattie della cistifellea, colangiti, epatiti di origine virale ed autoimmuni”.

 

(Fonte: radiosienatv.it)