Il sovrappeso può determinare un’accumulo di grasso nel fegato, quindi una steoepatite non alcolica e, nel tempo, una malattia epatica cronica. Una lieve riduzione dell’apporto calorico con il mantenimento di una buon apporto di proteine così che la massa muscolare sia efficiente diventa quindi un elemento fondamentale di prevenzione. Ne parla la professoressa Manuela Merli, Epatologo Centro Trapianti Policlinico Umberto I – Roma.