Un trapianto combinato fegato-rene che ha permesso a un uomo di 57anni di riprendere le proprie funzioni epatiche e renali. È quanto è stato effettuato nei giorni scorsi al policlinico di Bari, un intervento reso possibile grazie alla donazione di una donna di 46 anni dall’ospedale di Andria.

Alla delicata operazione hanno preso parte le equipe di Urologia, Nefrologia, Chirurgia Epatobiliare, Gastroenterologia e Anestesia, senza dimenticare il ruolo di coordinamento del laboratorio di tipizzazione della Banca del sangue. Come ha sottolineato il responsabile del Centro regionale trapianti, Loreto Gesualdo, “grazie al lavoro di squadra abbiamo raggiunto il risultato di un trapianto combinato di organi sullo stesso paziente, ma il ringraziamento maggiore va alla solidarietà e all’altruismo dei familiari della donna che hanno acconsentito alla donazione degli organi”.

A lavorare in team sono state le equipe del professor Michele Battaglia, direttore dell’unità di Urologia, del professor Luigi Lupo, direttore dell’unità di Chirurgia generale e trapianto di fegato, del professor Loreto Gesualdo, direttore dell’unità di Nefrologia, e del professor Alfredo Di Leo, direttore dell’unità di Gastroenterologia universitaria.