Trapianti di reni e fegato in crescita in Liguria.

Nel primo caso, a parte il dato eccezionale registrato nel corso del 2017 – con 94 interventi – nel 2018 sono stati effettuati 73 trapianti: un aumento considerevole rispetto al 2016 quando l’attività si attestò sui 64.

Di questi 73, ben 17 hanno riguardato pazienti pediatrici.

Buone notizie, dicevamo, pure sul versante dei trapianti epatici che dal 2015 sono in convenzione con l’Ospedale Niguarda di Milano: 26 quelli effettuati nel 2016; 33 nel 2017 e 38 nel 2018 così da raggiungere numeri piuttosto significativi in rapporto alla popolazione ligure.

Nel frattempo arriva la conferma per Andrea Gianelli Castiglione quale coordinatore del CRT.

L’annuncio a seguito dell’approvazione della delibera presentata su proposta della Vicepresidente ed Assessora alla Sanità, Sonia Viale.

“Occorre promuovere la cultura della donazione degli organi – ha detto Viale durante il suo intervento – come metro di civiltà e generosità verso gli altri: a grandi dolori si accompagnano gesti che restituiscono speranza e vita ad altre persone. Come Regione sosteniamo le nostre realtà sanitarie e il CRT che ha raggiunto in questi anni ottimi traguardi”.

La Viale si è altresì concentrata sulla collaborazione – definita fondamentale – tra i due IRCCS liguri – il Policlinico San Martino e l’Istituto Gaslini – che ha permesso, sempre nel 2018, di compiere un deciso passo in avanti nella qualità di vita dei piccoli pazienti pediatrici.

“Grazie alla piena sinergia tra le équipe dei due Ospedali, i minori rimangono ricoverati al Gaslini anche nella fase operatoria senza dover subire spostamenti come, invece, accadeva nel passato”.

 

(Fonte: imperianews.it)