È ufficialmente iniziato il secondo mandato di Flavia Petrin come presidente Nazionale di AIDO (l’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule). Sabato 14 novembre il nuovo Consiglio Nazionale ha, quasi all’unanimità, ribadito la fiducia alla presidente uscente completando così il cammino di rinnovo di tutte le strutture associative.

La conferma di Petrin testimonia la qualità del lavoro effettuato nel corso degli anni finalizzato a una costante e sempre maggiore sensibilizzazione sulla cultura del dono. Con lei sono stati eletti anche i componenti della nuova Giunta di Presidenza: Leonio Callioni (Lombardia) Vice Presidente Vicario, Vito Scarola (Puglia) Vice Presidente e Maurizio Ulacco (Toscana) Vice Presidente, che già erano all’interno della precedente Giunta. La squadra si è poi completata con le elezioni di Daniele Damele (Friuli-Venezia Giulia) Amministratore e Bertilla Troietto (Veneto) Segretaria.

Come ha spiegato la presidente Petrin, “con queste elezioni AIDO ha dimostrato una vitalità e una capacità di tenuta impressionanti, in un anno gravato da pesanti ripercussioni su tutta l’attività di volontariato nazionale. Infatti, nonostante tantissimi problemi di ogni genere, siamo riusciti a rinnovarci per continuare nel servizio alla cultura della donazione e, con noi, lo stesso hanno fatto anche i circa 850 Gruppi comunali, le quasi 90 Sezioni provinciali, i 21 Consigli regionali ed infine il Consiglio e la Giunta Nazionale”. Con la consapevolezza degli alti compiti che la attendono alla luce di questa riconferma: “Non avrei mai potuto immaginare che sia io che tutti i componenti di Giunta che ho proposto, saremmo stati eletti senza nessun voto contrario. Partiamo così, a mio modo di vedere, con il piede giusto, con la fiducia dei dirigenti di ogni livello e con la voglia di fare ancora meglio dello scorso mandato. Ovviamente, se ci sarà possibile e se saremo all’altezza delle sfide che ci aspettano. Ma sicuramente non ci risparmieremo e daremo il massimo per fare in modo che la proposta di AIDO conquisti sempre di più il cuore degli italiani”.