REGOLAMENTO

Il trapianto di fegato è un evento che coinvolge, inevitabilmente, oltre alla sfera più intima dell’individuo, tutta la comunità che ruota attorno ad esso.
La famiglia, gli affetti più cari, gli amici si trovano ‘a dover fare i conti’ con un mondo in cui la cura, cioè il trapianto, rappresenta solo un aspetto, certamente fondamentale per la buona guarigione del malato, di un percorso non facile da affrontare.
Si tratta di un percorso non immune da paure, risvolti psicologici, tensioni e che dall’istante della diagnosi clinica conduce, attraverso varie tappe, al momento in cui si torna a sperare in un’esistenza migliore, a fare progetti, a recuperare desideri e sogni.
A farsi promotori, in prima persona, della cultura del dono.
Tutto ciò avviene grazie al dono di un organo che possa essere trapiantato.
Le testimonianze dei pazienti trapiantati di fegato sono un vero e proprio atto d’amore verso la vita ‘riconquistata’.
Un atto di grande riconoscenza nei confronti di – i donatori, i medici, gli infermieri, il personale sanitario – hanno reso possibile uno  straordinario traguardo.

Epateam.org ha deciso di ‘aprire le porte’ ai vostri ricordi, alle vostre esperienze mettendo a disposizione uno spazio intitolato “LE STORIE”.
Qui saranno accolti i racconti da condividere assieme a noi.
Ogni storia – vogliamo dare spazio a tanti – non dovrà superare le 60 righe dattiloscritte (3.600 battute) e potrà essere corredata da alcune immagini (massimo 3).

Inviate le storie complete di nome, cognome, mail, recapito telefonico (i dati sensibili non saranno pubblicati nel rispetto della privacy).
I testi saranno presi in carico dalla Faculty di Epateam a cui spetta l’insindacabile giudizio ai fini della pubblicazione.
Eventuali riferimenti ritenuti lesivi della dignità personale e professionale dei soggetti citati nel racconto, comporteranno l’immediata cancellazione degli scritti.






Dichiaro di aver letto il regolamento